Discovering Lisbon

ALLA SCOPERTA
DI LISBONA

TRA PASTELLE DE NATA E TRAM GIALLI

Un weekend a Lisbona non è molto, ma non è neanche poco, ed è proprio per questo che vi scriverò le 11 attrazioni che non potete perdere (ed ovviamente non instagrammare).

Una volta arrivati a destinazione la domanda che ci poniamo è sempre la stessa:

COME ARRIVARE DALL’AEROPORTO DI LISBONA AL CENTRO CITTÀ?

In questo caso il mio transfer per la città ha preso il nome di UBER, un servizio di taxi privato molto comodo ed in alcuni paesi anche molto economico (il Portogallo è uno di questi). La spesa media per arrivare in centro città è tra i  7€ – 10€ (ed ovviamente se siete 2/3 persone potete rendervi conto che la spesa è quasi nulla).

Per chi decidesse di fare come me e prendere UBER dovete cercare per l’UBER Park (noi abbiamo girato circa 30 min a vuoto per cercare il nostro autista 😆).

Durante la mia permanenza nella capitale portoghese ho alloggiato presso l’hotel The Vintage (super consigliato). Questo hotel dallo stile vintage moderno è situato a pochi metri dal centro e fatevelo dire: ha una colazione fantastica!!! Cibo a parte dispone di ogni servizio che si possa richiedere, ha a disposizione un bar sul rooftop con vista su Lisbona ed ogni camera ha un colore diverso che varia dal verde, al blu fino ad arrivare al rosa. Un super hotel per tutti gli amanti del design. 

Non perdiamoci in chiacchiere e iniziamo a parlare della cosa fondamentale: LISBONA.

FIRST STOP

Avenida Infante Santo

Chiamata anche Azulejo Route, una delle strade più instagrammabili e colorate della città. In questa via possiamo trovare una serie di grandi murales decorativi creati con le tipiche piastrelle portoghesi.

PHOTO TIPS

Alla fine di questa via, dirigendosi verso il mare, si trova un viadotto super colorato ed instagrammabile di Azulejos. Puoi vederlo QUI

SECOND STOP

Pink Street

A pochi metri di distanza é situata Pink Street, ed anche qui i colori non mancano. Rua Nova do Carvalho (il vero nome di questa strada) è situata nel quartiere Cais do Sodre, un tempo conosciuto come un distretto a luci rosse.

PHOTO TIPS

Questa foto l’ho scattata nel primo mattino intorno alle ore 9.30. Strada completamente vuote e luce quasi perfetta 

THIRD STOP

Elevador da Bica

Spostandosi verso ovest, a circa 400 metri di distanza, si trova invece uno dei simboli della città di Lisbona, la famosissima funicolare gialla che prende il nome di Elevador da Bica.

PHOTO TIPS

Per poter scattare una bella foto vi consiglio di risalire la strada a piedi ed entrare in una delle strade perpendicolari alla funicolare attendendo il passaggio di quest’ultima. Armatevi di pazienza, i tempi di attesa sono abbastanza lunghi se non siete fortunati ad arrivare nel momento in cui la funicolare è imminente alla partenza

FOURTH STOP

Convento do Carmo

Sempre nel centro città troviamo una delle chiese più particolari della zona caratterizzata dall’assenza del tetto. Inizialmente distrutta da un terremoto ed un successivo incendio venne di seguito ricostruita in stile neogotico ma i lavori furono interrotti nel 1834 con l’estinzione degli ordini religiosi in Portogallo. Rimase cosi a cielo aperto.

NOTA BENE

Chiusa la Domenica.

FIFTH STOP

LX Factory

Polo industriale del tardo ‘800 situato nel quartiere di Alcântara rinato nel 2008 come “fabbrica” della creatività. Qui puoi trovare atelier di moda, spazi di coworking, librerie, ristoranti e bar il tutto all’interno di  edifici restaurati e decorati con arte urbana. Puoi inoltre trovare anche vari mercatini vintage

PHOTO TIPS

Due dei posti da fotografare assolutamente sono: la libreria della foto qui di fianco (che presenta al suo interno anche un bar) e il secondo accesso all’aria LX factory (subito sulla destra varcata l’entrata centrale) costituito da murales e forme geometriche di neon fluttuanti in aria.

SIXTH STOP

Mosterito dos Jerònimos

Il monastero si trova nel quartiere di Belém ed esso fu fatto costruire dal Re Manuele I per celebrare il ritorno del navigatore portoghese Vasco da Gama, dopo aver scoperto la rotta per l’India. Il ticket di ingresso costa 10€, se sei studente puoi approfittare della tua tessera per pagare 5€.

PHOTO TIPS

Vi consiglio di andare verso l’ora di chiusura (orario di chiusura 17) in modo da poter scattare in tranquillità senza l’affluenza dei turisti.

SEVENTH STOP 

Torre de Belém

Patrimonio mondiale dell’UNESCO, la torre di Belem serviva sia come fortezza che come porto. È proprio da qui che gli esploratori portoghesi partirono per stabilire quale sarebbe stato il primo commercio europeo nella storia con Cina e India

PHOTO TIPS

Il tramonto alla torre di Belem è sensazionale. Sicuramente non è da visitare a metà giornata quando ancora alto in cielo.

EIGHTH STOP 

Casa do Alentejo

Quello che all’esterno sembra un semplice edificio nasconde all’interno un’area del tutto paragonabile alla corte interna di un Riad marocchino (con tanto di fontana centrale). Salento al piano superiore viene abbandonato lo stile marocchino per riprendere quelle che sono le decorazioni portoghesi: azulejos colorati tappezzano le pareti del ristorante presente nella struttura.

PHOTO TIPS

Potete entrare anche senza aver prenotato al ristorante e senza alcuna visita. La luce è abbastanza bassa ma nessun problema, potete tirare fuori comunque delle ottime foto 

NINETH STOP 

Rua Norberto de Araújo

Il quartiere dell’Alfama è una delle aree più antiche di Lisbona caratterizzata da casine antiche colorate, murales, strade in salita ed una vista sulla città mozzafiato dal Miradouro de Santa Luzia. A pochi metri di distanza da questo ultimo posto potete trovare anche questo fantastico arco nel quale l’illustratore Nuno Saraiva racconta la storia di Lisbona.

PHOTO TIPS

Posto poco frequentato dai turisti, da tenere in considerazione invece la luce proveniente dalla parte opposta dell’arco.

LISBOA NON È TUTTO!

Una delle tappe da fare ASSOLUTAMENTE quando ci troviamo a Lisbona è sicuramente una visita a Sintra. Una località posizionata sulle colline vicino la capitale ricca di ville e castelli da colori pastello.

Per arrivarci basta prendere il treno (Linha de Sintra direzione Sintra) alla stazione Rossio nel centro di Lisbona e si raggiunge il paese in circa 40min. Spesa per ticket andata ritorno circa 5€ a persona.

Ecco cosa vi consiglio di vedere a Sintra:

TENTH STOP – SINTRA

Palácio da Pena

Si trova sulle colline di Sintra ed è stato costruito sulle macerie di un convento gerosolimitano del ‘400. Nella sua architettura possiamo ritrovare svariati stili tra cui gotico, arabo, barocco, etc. È una delle sette meraviglie del Portogallo ed è sotto tutela dell’UNESCO da cui è stato inserito poi nel Patrimonio dell’umanità.

PHOTO TIPS

Sicuramente arrivare al momento dell’apertura (ore 10) vi aiuterà a scattare senza dover aspettare che i turisti si spostino dalla vostra scena ma niente è assicurato. In alternativa armatevi di pazienza e photoshop 😀

ELEVENTH STOP- SINTRA 

Poço Iniciático

Situato a Quinta da Regaleira è formato da 9 livelli che richiamano i gironi dell’Inferno. È proprio qui infatti che si compivano i riti iniziazione che prevedevano la discesa e la risalita dalle scala a spirale (metafora di morte e rinascita).

PHOTO TIPS

Nonostante l’apertura sopra di voi la luce non sarà molto forte da riuscire ad illuminare tutto il pozzo quindi lavorate di iso e diaframma

ALTRE FOTO SCATTATE 

1 Comment

Leave a Reply

error: